Perché andare a Venezia, le cose da fare e vedere

Photo by: Alberto e Alessandra

 

Venezia è una delle città italiane che più preferiamo. E’ un’opera d’arte in ogni suo aspetto, ovunque ti volterai catturerai scorci ed edifici storici. Meta di milioni di visitatori da tutto il mondo, Venezia conquista il titolo delle città più belle d’Italia, e come dare torto, con i suoi canali, i gondolieri e le rinomate accademie, la rendono surreale. Con il suo fascino sa conquistare ogni visitatore, grazie anche a molte attrattive turistiche, come le gite in gondola e in barca, che vi costeranno profumatamente, ma che regalano esperienze indimenticabili.

Ciò che amiamo di Venezia

Probabilmente la lista potrebbe essere lunghissima, ma ciò che ricordiamo appena pensiamo a Venezia sono:

  • le maschere veneziane, che troverete in moltissimi negozi d’artigianato o bancherelle di souvenir. Si possono trovare a tutti le cifre, da quelle più economiche a quelle più ricercate, realizzate a mano con materiali pregiati. Durante il carnevale di Venezia ne vedrete sfoggiare di diverse.

Leggi anche: Carnevale a Venezia

  • Gli scorci popolari , basta alzare lo sguardo per  vedere la distesa di panni stesi al sole nella normalità di una giornata qualunque.
  • Le calli minuscole a cui sembrerà di essere inghiottiti. Anche se molte di esse sono maleodorante, la bellezza tipica delle vie strette non ha eguali.
  • Le vedute splendide da ogni ponticello di legno e pietra che danno al canale o alla laguna.
  • Le paline, i pali per ormeggiare le imbarcazioni colorate a righe bianche e blu, che ricordano molto dei bastoncini di zucchero.
  • i tramonti fiabeschi, dove il cielo si tinge di rosa e arancio riflettendo i colori sull’acqua, creando un’atmosfera magica.
  • le luci della sera. Tanto affascinate è di giorno altrettanto lo è di sera, diventando una città ancora più romantica.
  • le gondole, sono una caratteristica molto particolare di Venezia, poter restare seduti facendo una gita tra i canali e ammirando la città da un’altra prospettiva.

_______________________________________________________________________________

Le attrattive da vedere sono molte, occorre scegliere con cura ciò che si vuol vedere in base al tempo che si ha a disposizione. Dopo svariate gite in giornata a Venezia, abbiamo stilato una lista di ciò che dovrebbe essere imperdibile per una prima visita. Tra un luogo e l’altro vi innamorerete anche solo del tragitto che vi condurrà a destinazione, talvolta facendovi perdere l’orientamento attraverso le sue strette vie e botteghe degli artigiani.

Perciò armatevi di scarpe comode e macchine fotografiche, la camminata sarà lunga e con molti ponti da salire e scendere.

Cosa fare e vedere a Venezia

-Piazza San Marco-

E’ una delle piazze più belle che abbiamo mai visto, brulicano di caffè, ristoranti e…piccioni che vi daranno il tormento per avere del cibo. Un tempo era un grande orto, ora è una delle piazze più famose d’Italia, in cui si divide in Piazza, Piazzetta e Piazzetta dei Leoncini. In quest’area troverete i monumenti più noti, come il Campanile di San Marco, la Libreria di San Marco, il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco e la Torre dell’Orologio. Vi basterà fare un giro a 360° su voi stessi per poterli ammirare tutti. Ciò che più di tutti spicca è il Campanile, chiamato dai veneziani èl paron de casa ( il padrone di casa). E’ possibile salire fino in cima e godere della vista mozzafiato che vi si presenterà davanti a voi, dove compariranno tetti rossi, le cupole della basilica, le tre isolette di Venezia e la laguna dove sono ormeggiate molte gondole.

-Palazzo Ducale-

Esternamente si mostra maestoso, posto nella piazzetta di San Marco, affacciandosi sulla laguna, è dimora del Doge e sede del governo della Serenissima. Se non volete entrare potete passeggiare sotto i suoi volti , percependo la brezza che viene dal mare.

-Canal Grande-

Foto di rito tipicamente da cartolina, non potete non soffermarvi al Ponte di Rialto e scattare una foto dal ponte. Il Canal Grande ha una forma ad “S” al contrario e attraversa il capoluogo per 4 km, dividendone a metà il centro storico. Venezia è piena di canali ma questo è senza dubbio il più grande e il più famoso, circondato da palazzi di ogni epoca e stile architettonico. Molte città si sono ispirate proprio a Venezia e ai suoi canali, definendosi la Venezia del nord o la piccola Venezia. Consigliamo una visita in questo punto verso il tramonto, dove i colori si fanno più caldi e romantici, per rimanere entusiasti davanti a quella vista così perfetta.

-Libreria Acqua Alta-

Scoperta in una delle nostre ultime visite a Venezia, ora la inseriamo nelle mete imperdibili. Questa libreria internamente è a dir poco favolosa, dove sono accatastate milioni di riviste e libri antichi dagli svariati argomenti, uno sopra all’altro in un perfetto disordine. Sarà che siamo due amanti dei libri tradizionali, ormai sostituiti da e-book e PDF, ma l’odore delle pagine di un libro vecchio, quell’odore di carta ammuffita e dai colori vintage, ci fa sognare e trasportare la mente in un’altra epoca. Non perdetevi il terrazzino esterno, dove una montagna di libri forma una scala.

-Peggy Guggenheim Collection-

Pur non essendo dei grandi amanti dell’arte del 900, questa è una delle tappe fondamentali da vedere almeno una volta a Venezia, dove sono raccolte le opere d’arte di Picasso, Dalì, Modigliani, Carrà ed altri artisti futuristi lasciati dall’eccentrica e milionaria Peggy Guggenheim, collezionista d’arte. E’ perciò uno dei più importanti musei italiani d’arte europea e americana del XX secolo.

-Ghetto ebraico-

Situato più all’interno del centro storico, il termine “ghetto” ha trovato la sua origine proprio in questa città veneta, per simboleggiare i quartieri degli altri, quelli al di fuori dai palazzi architettonici e aristocratici. Una sosta qui è consigliata per visitare le particolari case realizzate per ospitare numerose famiglie e le sinagoghe circostanti.

-mangiare una fritola-

Dolce tipico veneziano, consiste in una semplice frittella, palline di pasta fritte condite con pinoli ed uva passa o farcite al proprio interno con crema o zabaione. E’ uno dei dolci tipici durante il carnevale di Venezia, ma potrete trovarli benissimo in tutto il tempo dell’anno. Sono una golosità, provare per credere!

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

Carnevale di Venezia

Treviso, se la vedi te ne innamori

Perché amare Milano

A spasso per la Città Alta di Bergamo

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Reply to “Perché andare a Venezia, le cose da fare e vedere”

  1. Davvero un articolo interessante e utile. Avete sintetizzato alla perfezione i MUST di Venezia. Una città dai mille volti e ogni volta che la visiti ti si presenta in maniera diversa. Tantissimi complimenti al fotografo! Le vostre immagini sono spettacolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
VIAGGIA CON NOI! iscriviti alla nostra newsletter e ti invieremo gli aggiornamenti e consigli dei nostri Viaggi. Inoltre riceverai subito i codici sconto su alcuni Brand con cui collaboriamo
VIAGGIA CON NOI! iscriviti alla nostra newsletter e ti invieremo gli aggiornamenti e consigli dei nostri Viaggi. Inoltre riceverai subito i codici sconto su alcuni Brand con cui collaboriamo
error: Content is protected !!