Sangria, una bevanda umile oggi simbolo della Spagna!

Premetto dicendo che non sono una gran cuoca, anzi proprio la cucina non fa per me, amo mangiare ma non cucinare. Ma succede che d’intanto in tanto, mi diletto in qualche specialità estera, preparando qualche piatto tradizionale di culture lontane. Oggi vorrei raccontarvi come  io preparo la sangria.

La sangria è forse la bevanda alcolica più famosa della Spagna, ma che ormai si è diffusa in tutto il mondo per la sua tipica dolcezza e facilità di preparazione ( se riesco a farlo io ci riuscirete anche voi). Ricordo ancora la prima volta che bevvi la sangria, fu dopo un saggio di danza, all’epoca ballavo flamenco, e come premio finale, la nostra insegnante ci preparò questa deliziosa bevanda. La sua origine è antica, risale ai contadini, quindi una bevanda molto umile e semplice, e il suo nome deriva dalla parola sangre, che significa “sangue”, come il colore rosso del vino con cui viene preparato. Noi italiani la amiamo molto, fresca, fruttata e zuccherina, unite da un mix delicato e speziato. Non fatevi ingannare non è una macedonia di frutta, è pur sempre una bevanda alcolica che va bevuta con moderazione.

Esistono molte ricette per preparare la sangria, ogni comunità spagnola ha la sua versione, e spesso ognuno ci mette del suo ma gli ingredienti base restano il vino rosso, lo zucchero, la frutta. Nella penisola iberica infatti, a seconda delle regioni, viene preparata in vari modi, come ad esempio nella Catalogna, viene preparato con vino bianco.

Perciò, se avete intenzione di organizzare un aperitivo con gli amici e non sapete come stupirli, preparate una sangria, l’aperitivo perfetto per l’estate. Sappiate che prepararla in casa è molto semplice.

-Vino rosso- 

La scelta del vino è piuttosto semplice ed economica, optate per un vino giovane. L’importante è che sia buono, non astringente, un po’ fruttato, non occorre perciò che sia pregiato. La sangria normalmente è rossa, occorre perciò del vino rosso, ma se volete optare per la versione della Catalogna scegliete il vino bianco. Il mio consiglio è quello di evitare i preparati per sangria che troverete nei supermercati con già le spezie all’interno.

-Un mix di frutta-

Al vino si aggiungono pezzi di pesca, limone, arancia e mela, e aggiungendo anche un po’ di succo di arancia, ma non di quello confezionato, ma spremendo arance fresche. Altra versione è l’aggiunta di fragole e frutti rossi, ma personalmente non l’ho mai provata.

-Le spezie-

Ad aggiustare il gusto e a contrastare il dolciume della frutta, non possono mancare l’aggiunta delle spezie, ovvero 2 stecche di cannella, mi raccomando no la polvere, e qualche chiodo di garofano. Il profumo di spezie è davvero molto coinvolgente.

-Gazzosa-

Occorre diluire un po’ il vino, anche con un po’ di gazzosa, una variante può essere semplicemente l’acqua frizzante, dando un tocco frizzante in più, ne basterà mezzo litro non di più

-Brandy-

Per un sapore più forte e più alcolico, si può aggiungere un po’ di brandy, dipenderà molto dal vostro gusto e da quanto forte la volete.

PROCEDIEMNTO

  1. Versate in una capiente ciotola 1 litro di vino, 2 o 3 stecche di cannella, 5 chiodi di garofano e il rhum. Mettete il tutto in frigo per un paio di ore.
  2. Lavate la frutta, mantenendo la buccia, tagliate le pesche a spicchi, le arance, la mela e il limone a fettine. Mescolate la frutta con 120 gr di zucchero e unite tutto al vino.
  3. Aggiungete mezzo litro di gazzosa o acqua frizzante, coprite con pellicola trasparente e mettete in frigorifero a riposare per 10 ore.

Come servire la sangria

Scegliete dei bicchieri capienti e mettete all’interno prima la frutta con un mestolo e poi la parte liquida. Servite con una cannuccia e un cucchiaino, decorando il bicchiere con una spolverata di cannella o della frutta. A qualcuno piace molto fredda e quindi in questo caso servite a parte qualche cubetto di ghiaccio.

POTREBBE INTERESSARTI

Le spezie del Marocco

Creta a tavola

Le specialità in Normandia

Le specialità della Thailandia

La cucina di Fuerteventura

I mille gusti di Praga

Fish and Chips

I mille usi del Matcha

Un perfetto picnic al mare

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
VIAGGIA CON NOI! iscriviti alla nostra newsletter e ti invieremo gli aggiornamenti e consigli dei nostri Viaggi. Inoltre riceverai subito i codici sconto su alcuni Brand con cui collaboriamo
VIAGGIA CON NOI! iscriviti alla nostra newsletter e ti invieremo gli aggiornamenti e consigli dei nostri Viaggi. Inoltre riceverai subito i codici sconto su alcuni Brand con cui collaboriamo
error: Content is protected !!